You are hereLe trote di Santa Fiora - tutela della biodiversità e delle tradizioni del Monte Amiata.

Le trote di Santa Fiora - tutela della biodiversità e delle tradizioni del Monte Amiata.


La Provincia di Grosseto e il Comune di Santa Fiora negli ultimi dieci anni hanno investito risorse affinché l’ecosistema fluviale del fiume Fiora potesse rinascere ed essere nuovamente valorizzato sia per il ripristino e mantenimento della biodiversità, sia a favore della pesca dilettantistica e la fruizione alieutica del territorio montano. Sono stati anni impegnativi che hanno visto il coinvolgimento di professionalità diversificate per il raggiungimento degli obiettivi del Progetto di riproduzione e ripopolamento dei fiumi con esemplari di trota macrostigma (Salmo trutta macrostigma) con ogni probabilità l’unica specie autoctona popolante le pedici di questo antico vulcano prima della sua scomparsa, a partire da un gruppo di riproduttori presenti nella Peschiera di Santa Fiora e provenienti dal Lago di Posta Fibreno (Regione Lazio - Provincia di Frosinone).

Il progetto ha sviluppato anche un percorso di educazione ambientale per le scuole, che legasse l’aspetto biologico ed ecologico della specie ittica a rischio estinzione con gli aspetti ambientali e fluviali del territorio in un continuo processo di sensibilizzazione sulla biodiversità in genere, sulla tutela del paesaggio e dell’ambiente e sulle corrette modalità gestionali di un bene tanto prezioso come l’acqua, da sempre fonte di vita.

In allegato troverete il libro "Le trote di Santa Fiora" realizzato dalla Provincia di Grosseto con risorse economiche della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

AllegatoDimensione
libro trota ISSOU.pdf3.28 MB
Tag